Tanto si è fatto, ma non possiamo fermarci proprio ora. Anche grazie ai vari bandi per la valorizzazione e il sostegno del commercio nei centri storici e all’avvio dei cantieri dedicati al patrimonio storico-artistico e alle opere pubbliche, le nostre città ferite dal terremoto 2012 – in particolare i centri storici – stanno riacquistando la loro identità. Dobbiamo proseguire su questa strada in modo vigile e puntuale.