Il consigliere regionale Enrico Campedelli sollecita il Ministero dell’Interno affinché vengano messi a disposizione rapidamente i finanziamenti necessari al completamento della nuova sede del Commissariato di Polizia, nell’ex Gil, e affinché provveda alla cronica mancanza di personale con interventi concreti e tempistiche certe.

“I fatti sono molto chiari: c’è un accordo sottoscritto dal capo della Polizia Alessandro Pansa il 29 aprile 2014, quindi esiste un impegno formale da parte del Ministero degli Interni ad intervenire sugli immobili di sua proprietà per le opere aggiuntive a quelle già finanziate dalla procedura commissariale. Questo accordo va rispettato”.

Commenta così il consigliere regionale del Pd Enrico Campedelli la vicenda sulla sede del Commissariato di Polizia di Mirandola, sulla quale hanno recentemente posto attenzione anche il senatore Patriarca attraverso un’Interrogazione al Ministero degli interni e il Pd di Mirandola.

“In Regione Emilia-Romagna abbiamo affrontato questo tema anche nell’ultima Assemblea Legislativa, in sede di approvazione del Bilancio. Ho personalmente risposto all’ordine del giorno del consigliere Galli (Fi) dove chiedeva alla Regione di farsi carico di un impegno preso dal Ministero degli Interni. I palazzi ex GIL, l’ex palazzo della milizia di via Roma e l’ex commissariato di via Fulvia sono palazzi in cui la Regione ha autorizzato le spese per gli interventi compatibili con la ricostruzione post-sisma del 2012, lasciando giustamente alla proprietà (il Ministero di Salvini) i costi relativi alla ridefinizione degli spazi, al miglioramento degli stessi di competenza dello Stato per i nuovi usi a cui gli immobili dovranno sottostare”, spiega il consigliere Campedelli.

“Ognuno quindi faccia il suo pezzo in tema di sicurezza: Il Comune di Mirandola ha messo in campo da tempo varie azioni come il controllo di vicinato, la formazione di nuovi Assistenti civici volontari, videosorveglianza con la creazione di punti di controllo ai varchi delle nostre cittadine, bandi per il finanziamento di sistemi d’allarme e antintrusione a protezione delle case e delle attività commerciali; la Regione Emilia-Romagna ha già previsto nel Bilancio 2019 gli interventi agli stabili, compatibili con la ricostruzione – conclude Campedelli, rilanciando sulle mancate promesse fatte dalla Lega nelle ultime elezioni politiche al territorio mirandolese – Cosa aspetta il Ministero degli Interni a mettere a disposizione i finanziamenti necessari al completamento della nuova sede del Commissariato di Polizia, nell’ex Gil, e a provvedere alla cronica mancanza di personale con interventi concreti e tempistiche certe?”.